Visualizzazione Centro diurno

Cascina Bargè

  Fotografia
  Informazioni generali
Indirizzo: Strada Olcenengo, Vercelli
Responsabile: iL Dirigente: Dott. ssa Alessandra Pitaro
Telefono: 0161_391128
E-Mail: cascinabarge@comune.vercelli.it

  Varie
Proprietario: Comune di Vercelli
Visite alla pagina: 1999


  Album Foto
Carnevale 2020
Compleanni e feste - Carnevale
Compleanno Ilario
Attività di decorazione
Attività motricità fine
Attività pittorica
Lavoretti Pasqua 2019
Addobbi di Natale
Festa del papà
Festa della mamma - Notes
Festa della mamma - potpourri
Halloween
Lavoretti Carnevale 2019
Lavorare la pasta di sale
Sacchetti di lavanda
Inaugurazione a Olcenengo
Composizione di fiori
Biglietti d'invito
Gita a Prorolmo 2019
Arona 2019
Compleanno Martina

  News  Links
RICICLO DI MATERIALE POVERO   (50 Click)02/03/2020
GITA ALLA MOSTRA “MESSER TULIPANO” A PRALORMO   (51 Click)02/03/2020
FATTORIE DIDATTICHE   (238 Click)24/07/2019
CENA DI BENEFICENZA 29 MAGGIO 2019   (286 Click)13/02/2019
  • Comune di Vercelli
  • Progetto tempo di Leggerezza
  • Educazione alimentare e Fattorie Didattiche
  • La mia cascina
  • Cascina Bargè - Fattoria Sociale
  • Carnevale in Cascina Bargè 2013 - Vercelli
  • Cascina Bargè - Attività educative e Laboratori
  • RECITA DI NATALE 2018 Cascina Bargè

  •   Contenuto pagina

     

    COSA: il Centro Cascina Bargè è un Centro Diurno Socio Educativo per Disabili ed è un servizio che si colloca nelle rete dei servizi socio-sanitari del territorio, accreditato dal Sistema Socio Sanitario della Regione Piemonte.

    E' un supporto alla vita familiare, necessario per consentire alla famiglia di mantenere al proprio interno il figlio con disabilità, inoltre offre opportunità educative, ricreative, assistenziali e terapeutiche diversificate.

    Viene offerta continua e specifica assistenza, attraverso interventi socio-educativi mirati e personalizzati, gestiti da personale qualificato (educatori professionali, operatori sociosanitari), che redigono annualmente progetti individualizzati per soddisfare i bisogni dei disabili inseriti. Il Centro è aperto da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 16.30 per n. 47 settimane all’anno. Viene fornito gratuitamente il pasto del mezzogiorno.

    L’attività è caratterizzata da un’apertura all’esterno, in un’ottica di integrazione con le risorse, le altre agenzie e realtà presenti sul territorio.

    In questa prospettiva si inseriscono ad esempio:

    • Il Progetto “Tempo di Leggerezza”;
    • l’Attività in piscina;
    • l’Attività in palestra;
    • L’attività di yoga;
    • La realizzazione di progetti concordati con gruppi di studenti delle scuole superiori (pittura, piccole rappresentazioni teatrali con la realizzazione delle scenografie, musicoterapia, attività psicomotorie, etc.);
    • la Cascina Bargè è una Fattoria Didattica riconosciuta dalla Regione Piemonte: è quindi aperta alle scuole per percorsi di didattica ambientale.

     Durante lo svolgimento delle attività quotidiane nel Centro, le persone con disabilità di grado medio-lieve possono avvicinarsi alla coltura dei campi ed all’accudimento degli animali, utilizzando l’agricoltura e l’allevamento come strumenti principali e caratteristici per sperimentarsi nella relazione con gli altri ed impegnarsi in vista di un obiettivo comune.  Gli ospiti si dedicano quotidianamente alla cura degli animali da cortile, al lavoro nell’orto ed in serra.

    Annualmente gi educatori e le OSS (operatrici sociosanitarie) procedono alla verifica ed alla stesura dei Progetti Individualizzati (Piano Educativo), che possono prevedere interventi educativi, sanitari, socializzanti ed assistenziali, attraverso l’integrazione di diverse figure professionali. La famiglia viene direttamente coinvolta nella progettazione e approvazione di ogni singolo progetto individuale.

    In caso di particolari necessità sono garantiti il servizio di trasporto e accompagnamento da casa e ritorno.

    PER CHI: il Centro svolge attività di assistenza e interventi educativi per n. 20 persone disabili e medio-gravi di età compresa tra i 18 e i 65 anni.

    COME/DOVE: la persona disabile e/o la sua famiglia si rivolgono all’assistente sociale se già conosciuta o al Settore Politiche Sociali e Sicurezza Territoriale per la richiesta di ammissione al servizio. Viene individuato l'assistente sociale di riferimento che valuta, con l'ausilio degli operatori del Servizio interventi in favore dei disabili e la possibilità d’ammissione presso il Centro, che deve essere autorizzata dalla preposta Commissione dell’ASL VC.

     





    Homepage | Area Riservata

    Versione: 1.1 sito | 2.11 lib 

    Un portale per valorizzare l'attività dei Centri Diurni e la creatività quotidiana degli utenti diversamente abili.
    Sponsorizzato da CADMO Infor